Infernòt

La musica folk in Italia, il Folk Club di Torino

SINOSSI

Infernòt è un documentario che si muove tra due anniversari che ricorrono nel 2018:

  •  60 anni di musica Folk In Italia (con il primo disco dei Cantacronache)
  •  30 anni del FolkClub di Torino.

Queste due storie si intrecciano con quella della città stessa, dagli anni del boom ad oggi: una Storia urbana che influenza la musica e la musica che narra questa dimensione urbana.

Si raccontano, attraverso un vastissimo repertorio di immagini e grazie ad una serie di interviste a grandi esponenti della musica nazionale e mondiale, i personaggi ed i luoghi che hanno partecipato alla scena folk in questi decennni: da Italo Calvino a Dario Fo, Da Pete Seeger a Bob Dylan, passando per coloro che hanno resto possibile questa alchimia torinese

  • Sergio Liberovici,
  • Michele Straniero,
  • Fausto Amodei.

I concerti live della trentesima stagione del FolkClub raccontano, insieme alle parole, come è nata la musica folk, cos’è la musica folk oggi, cosa potrà essere un domani.

Scheda Tecnica
Soggetto e Regia: Elia Romanelli
Direttore della fotografia: Simonluca Chiotti
Suono: Andrea Viali
Musiche originali: Federico Bagnasco
Consulente musicale: Jacopo Tomatis
Consulente storico: Bruno Maida
Fotografo di scena: Massimo Forchino
Produzione: Elisa Pajer – Studio Liz
Co-Produzione:

Con il sostegno:

Note di Regia

Questo documentario vuole essere il luogo di incontro di molte voci che hanno contrassegnato la storia di Torino e la storia musicale Italiana ed internazionale.
Sono specialmente le voci di musicisti, ma anche di storici, musicologi e testimoni di un’epoca che dalla fine degli anni ‘50 prosegue ancora oggi. La necessità è quella di incontrare i protagonisti diretti di una storia che ha unito le grandi ricerche etnomusicologiche del secolo scorso con i migliori interpreti della Folk Music (e non solo).
Oltre a ciò, la possibilità di incontrare i grandi ospiti internazionali presenti alla trentesima stagione del FolkClub e poter utilizzare parte inedita dell’enorme archivio del C.R.E.L. (Centro Regionale Etnografico Linguistico), in un dialogo vivo tra passato e presente.
E’ l’origine di un genere musicale che va raccontata, perché da questa stagione, grazie ai suoi protagonisti, precursori dei tempi, si è sviluppata una gran parte della migliore musica che ancor oggi viene prodotta.

Pin It on Pinterest