Tobia Scarpa: ora è il vostro turno

Tobia Scarpa: ora è il vostro turno

Oggi finisce la produzione del documentario Tobia Scarpa.L’anima segreta delle cose. Lo schermo è nero dopo che anche l’ultima riga dei titoli di coda è uscita in dissolvenza. Allora, quale miglior momento se non ora, per scrivervi di questa impresa che Studio Liz ha realizzato?

Nel lontano 2010 quando non eravamo ancora trentenni, Teresita Scalco, che aveva conosciuto  Studio Liz apprezzando il nostro primo documentario Chi Crea Venezia, ci disse che tanto le sarebbe piaciuto se insieme a lei avessimo provato a realizzare un documentario su Tobia Scarpa. Non sapevamo nulla di architettura e di design ma la sua proposta ci era sembrata stimolante e così siamo partiti.

In quel periodo stavamo chiudendo la produzione di Len, pensieri e storie di tre artisti gardenesi così, timorosi anche di farci trovare impreparati, abbiamo lasciato che il documentario su Tobia maturasse in termini di contenuto, di scelta registica, di storia. Nel tempo venivano presi i primi contatti, venivano fatte le prime proposte. Abbiamo iscritto il progetto al bando per l’identità veneta della Regione, ritenendo che un ritratto documentario ad un uomo come Tobia, che ha fatto del design italiano un’eccellenza, avrebbe meritato il sostegno dei finanziamenti destinati al bando.  Ci sbagliavamo.

Accusato il colpo, siamo andati avanti cercando di capire se forse alcune delle aziende che tanto devono al suo talento professionale potevano con poco intervenire per sostenere la nostra iniziativa. Eppure la scorsa estate dopo le prime risposte entusiastiche, una dopo l’altra ognuna di queste aziende si è defilata nascondendosi dietro un dito, lamentando la crisi anche di fronte alle nostre contenute richieste di sostegno. A questo punto con un piglio di orgoglio ma con qualche angoscia su come avremo fatto a pagare tutti i collaboratori e le spese vive abbiamo proseguito la produzione.

Nel frattempo le nostre frequentazioni con Tobia prendevano sempre maggior confidenza tramutandosi in una conoscenza di sincero affetto e simpatia. Allora ci siamo inventati il crowdfounding made in Studio Liz, ci siamo giocati la faccia e senza un budget di comunicazione ma carichi di speranze verso la rete abbiamo creato producinuovevisioni.

Forse, ci dicevamo saranno gli appassionati di design che con pochi euro ma massivamente ci verranno in aiuto. Abbiamo ricevuto 4 donazioni. Bene, qualcuno almeno c’è! Ma come faremo ad andare avanti? 1000 km per tobia scarpa 1000 ciak per Tobia

 

Il nostro ultimo, ormai mesto tentativo,  ci ha spinto a contattare le aziende venete legate a Tobia Scarpa sulle quali contiamo, è il caso di dirlo perchè abbiano un moto di orgoglio territoriale oltre che di stima professionale nei confronti di questo ritratto video. Potete vedere qui un anteprima del documentario, se vi piace e se ritenete che possa meritare il vostro sostegno, sapete che con un clik potete fare molto.

Fate la vostra donazione, un gesto che costa poco ma per noi vale molto.

https://www.youtube.com/watch?v=4De2dMPoWFQ

Teaser Tobia Scarpa

Teaser Tobia Scarpa

Il produttore è l’arco, il trailer è la freccia, lo spettatore è la mela, il crowdfunder è colui che tiene la mela in testa.  La nostra idea dopo i primi mesi di riprese ha preso forma, è diventata trailer, ma prima di lasciarvi alla forza delle immagini in movimento, ancora qualche parola.

Non lasciateci soli a produrre questo ritratto documentario.

Tobia Scarpa merita la vostra attenzione, perchè la sua storia ha molto da insegnare a tutti.

 

 

Crowdfunding Tobia Scarpa

Crowdfunding Tobia Scarpa

2000 buone azioni, forse un’impresa impossibile.

1000 ciak per  dare il ritmo alla nostra lunga intervista a Tobia Scarpa per raccontare in un documentario a lui dedicato “l’anima segreta delle cose”. Un ritratto per carpire la sua vivacità progettuale  e allargare lo sguardo sulla cultura del design e dell’architettura che siamo certi riguarda molti di noi.

Troveremo 1000 persone tra gli adetti ai lavori tra gli appassionati, tra i professionisti o gli studiosi tra tutti coloro che amano vivono e lavorano nel campo dell’architettura e del design?

Se ci siete e state leggendo questo articolo diventate protagonisti,  investite 20 euro e scrivete anche il vostro nome tra i produttori di questo documentario.

1000 ciak per Tobia

 

1000 km è la strada che percorreremo per realizzare questo lavoro. Molti di questi km sono già stati percorsi, in macchina, in treno e in autobus nel corso di cinque anni ormai dedicati alla pre-produzione di questo documentario che si basa anzitutto su un rapporto di fiducia tra Tobia Scarpa e noi. Ci siamo conosciuti, ci siamo annusati, ci siamo scelti.

Produrre un documentario non è scattare una fotografia, abbiamo investito il nostro tempo in questa storia e oggi chiediamo a voi di investire 10 euro. E’ una buona azione e vi darà grande soddisfazione: è bello poter dire questo documentario è anche mio!

1000 km per tobia scarpa

 

Abbiamo partecipato lo scorso ottobre a Modesign evento svoltosi a Treviso dove abbiamo potuto presentare il progetto, forti anche del riconoscimento di tre importanti patrocini istituzionali.

Dietro le quinte

Dietro le quinte

“Il nostro prossimo documentario narra la storia di un homo faber contemporaneo che sposa sapienza artigianale, innovazione e produzione industriale”

Stiamo parlando del progetto “Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose” che sta per essere lanciato in rete con producinuovevisioni e che avrà bisogno di tutto il vostro sostegno e seguito!

La macchina organizzativa è pronta a partire con la produzione a settembre delle prime riprese.  Mentre lasciamo scivolare gli ultimi giorni di agosto desideriamo ringraziare quanti fino ad oggi si sono uniti a questa causa sposando il progetto culturale e documentario.

Anzitutto questa storia non l’avremmo mai raccontata se sulla nostra strada non avessimo incontrato la passione e la competenza di Teresita Scalco che ci ha introdotto con pazienza nel mondo del design e ci ha guidato alla scoperta della storia professionale di Tobia Scarpa. E’ suo il prezioso contributo al soggetto condiviso con Elia Romanelli che curerà la regia mentre la produzione è a cura di Elisa Pajer.

Il progetto grafico è a cura dell’ officina 3am e l’ufficio stampa è curato da Chiara Grandesso. Li ringraziamo perchè si sono uniti a noi quando ancora avevamo nebulose intenzioni e il loro contributo è stato determinante insieme alla consulenza di Sabina Rizzardi e Elena Dall’ Oca che hanno curato i contenuti del progetto “Action. Producinuovevisioni” accanto alle immagini fotografiche curate da Alice Brunello Louise.

Le riprese e la direzione della fotografia saranno affidate a Lorenzo Pezzano che aveva creduto nella bontà del progetto già nel 2010 quando realizzammo il demo, siamo felici di poter contare anche questa volta nella sua professionalità e competenza. Lo affiancherà come seconda camera Daniele Serio.

La nostra vetrina di aggiornamento sui social network passerà attraverso gli scatti fotografici di Alessando Fabbro che curerà le foto di scena durante le riprese.

Siamo pronti e voi?! Le scene migliori sono in camera, entrate in azione con noi!

 

 

 

Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose

Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose

Protagonista del design italiano a livello internazionale, Tobia Scarpa è stato testimone da oltre cinquant’anni dell’eccellenza della cultura del progetto, nonché sapiente interprete dell’eredità culturale veneta.

Passione per il progetto, attenzione per il dettaglio, che non è mai lezioso, ma fine espressione di un processo creativo, fino alla feconda liason con la famiglia Benetton: questi alcuni degli ingredienti che hanno caratterizzato la brillante carriera di Tobia Scarpa.

Atteggiamento intellettuale generoso, rivolto verso tutto ciò che lo circonda, teso a migliorare i rapporti con le cose e con il mondo, alla ricerca della bellezza che nasce dal rapporto con le occasioni, dalla conoscenza delle materie, dalle tecniche, dal bisogno e soprattutto dai sogni.

Stiamo lavorando ad un documentario che raccolga le dirette testimonianze, non solo sui progetti e sui percorsi progettuali, ma soprattutto sulla poetica e sulla filosofia del ‘fare’ di Tobia Scarpa.

Ritratto suggestivo di un architetto che preferisce essere considerato un designer ‘poeta’ innamorato della vita e delle sue molteplici forme.

Sostieni il progetto!   Act/On Crowdfounding    Galleria fotografica   Patrocini

t scarpa_liberta_2

     1000 ciak per Tobia

Crediti

scritto da Elia Romanelli e Teresita Scalco
prodotto da Elisa Pajer – Studio Liz Venezia
fotografia Lorenzo Pezzano
suono Alessandro Romano
montaggio Chiara Andrich
musiche originali Francesco Novara
traduzioni Sara Artuso e Riccardo Melis
formato: HD – durata: 30′

SOSTIENI LA PRODUZIONE E LA DISTRIBUZIONE


 

Pin It on Pinterest