Pietro Cilotti

Pietro Cilotti

Piero Cilotti classe 1936  famiglia di cacciatori, sia da parte materna che paterna. Ha conseguito la maturità classica e si è poi laureato in Medicina con la lode. Alla professione di oculista a Pisa ha sempre affiancato la grande passione per la caccia e per la natura.

Pur avendo viaggiato in diverse zone e paesi,  è rimasto molto legato alla sua terra, verso quale nutre un sincero amore. Nei suoi racconti si possono cogliere i mutamenti economici e sociali avvenuti dagli anni ’50 in poi nel nostro paese, con particolari riflessi sul mondo della caccia.

A fine aprile siamo capitati nell’articolo di Stefano Lorenzetto e ci siamo “innamorati”.

L’idea di documentario che stiamo portando avanti si svilupperà come un ritratto-intervista.

Siamo in una fase iniziale di pre produzione ma l’intento è quello di inaugurare con Pietro Cilotti una serie di ritratti documentari con un format ben preciso alla maniera che fu di Mazzacurati e Paolini.

Stiamo cercando dunque innanzitutto un virgilio dalla forte personalità ma anche dalle qualità di oratore e intervistatore che si unisca alla produzione e alla regia affidata anche per questo lavoro ad Elia Romanelli.

piero cilotti

Alberto Landi e il crowdfounding

Alberto Landi e il crowdfounding

Ci siamo riusciti, evviva!

Il nostro primo progetto finanziato con la piattaforma di crowdfounding “produzioni dal basso” ha raggiunto tutte le quote che hanno consentito di coprire 3000 euro di spese di produzione per le quali chiedevamo il supporto di tutti.

Grazie a coloro che sono intervenuti sostenendo questa iniziativa dal basso. I contributi sono arrivati dai singoli oppure da gruppi di persone, molte quote sono state raccolte durante la proiezione in anteprima all’Oratorio Don Bosco lo scorso 30 maggio.

Riportiamo per correttezza il consuntivo delle spese di produzione sostenute sottolineando come attraverso questa iniziativa di crowdfounding  il documentario “Alberto Landi, voce libera di San Donà” è a giusto titolo non solo una produzione di Studio Liz ma di tutti coloro che si sono trasformati in produttori per la causa!

budget preventivo 6000 euro

contributo comune di San Donà di Piave 1000 euro

contributo regista Davide Colferai 1000 euro

contributo “produzioni dal basso” 3000 euro

totale spese di produzione 6245 euro

disavanzo 1245 euro coperti da Studio Liz

 

Il dvd del documentario è disponibile su richiesta inviando una mail

 

landi

Patrocini documentario Tobia Scarpa

Patrocini documentario Tobia Scarpa

Il nostro prossimo documentario attualmente in fase di pre-produzione ha ottenuto due preziosi patrocini da parte dello IUAV  e della Associazione Italiana degli Storici del Design.

La strada è ancora lunga. Ma questi due patrocini ci spronano a continuare dando valore al progetto che abbiamo deciso di realizzare.

Guardate la pagina di approfondimento su Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose

Qui di seguito l’articolo uscito nella Nuova Venezia che invita realtà istituzionali ma anche private a seguire l’esempio di IUAV e AIS/Design e Unindustria Treviso.

 

Nuova Venezia 23_05_2013

Video Act/On produci nuove visioni

Video Act/On produci nuove visioni

Ogni progetto che si rispetti oggi si comunica con un video.

Ma non tutti i video si fanno come li facciamo noi. E per questa occasione abbiamo deciso di affidarci alle cure di Alessandro.

Action. Produci nuove visioni  è il nostro nuovo strumento per comunicare con il pubblico e spronarlo ad intervenire e contribuire alle nostre prossime produzioni.

Il video vi piace ma non capite di cosa stiamo parlando? Provate a leggere questo approfondimento.

concept: Alessandro Fabbro e Officina 3am
realizzazione e montaggio: Alessandro Fabbro
musica: focus on the breath

 

 

 

Studio Liz al Premio Città Impresa 2013

Studio Liz al Premio Città Impresa 2013

 

 

http://www.festivaldellecittaimpresa.it/

Sono imprenditori, ricercatori, innovatori; sono promesse dello sport, si distinguono per l’impegno nel mondo del volontariato o combattono per un rinnovamento della cultura. Hanno tutti meno di 35 anni e hanno le Venezie come proprio baricentro: qui sono nati e cresciuti, da qui sono partiti, qui sono arrivati o tornati, qui hanno lavorato o lavorano. Hanno tutti talento, impegno, competenze: sono i 1.000 giovani talenti che Nordesteuropa Editore ha selezionato per l’edizione 2013 del Premio Città Impresa, che inaugureràmercoledì 8 maggio, alle ore 18, la sesta edizione del Festival Città Impresa al Teatro Comunale di Vicenza.

http://www.festivaldellecittaimpresa.it/index.php/premio-citta-impresa/edizione-2013n#.Ubch0_bAVmg

 

PREMIO CITTÀ IMPRESA 2013
AI 1.000 GIOVANI TALENTI DELLE VENEZIE

 

Rientrare in questa rosa di selezionati in tutto il vasto territorio delle Venezie, sicuramente ci lusinga. Significa che il nostro lavoro in questi anni non passava inosservato. Questo riconoscimento e l’accorato appello della serata di premiazione ci spronano a proseguire sulla strada tracciata nel 2007 quando eravamo laureandi e avevamo solo qualche intuizione.

Oggi, superati i trent’anni, con questo premio rientriamo a casa con la certezza che almeno le intuizioni erano giuste allora. Bene proseguire, bene perseverare.

In un paese in cui tutto va storto per i giovani, l’imprenditoria e gli investimenti alle sturt up non staremo qui ad elencare le infinite difficoltà quotidiane in cui ci scontriamo ogni giorno. Se siamo tra questi mille giovani talenti significa che non ci siamo fatti scoraggiare anche quando tutto sembra volerti far desistere, investendo su noi stessi e sulle nostre intuizioni abbiamo realizzato i nostri documentari.

Grazie all’organizzazione di questo premio e ai suoi osservatori per averci trovato e premiato.

 

 

Pin It on Pinterest